Tu sei qui

FAQ - Tipi di intervento

FAQ prova

Creato il: 12/04/2018
Aggiornato il: 12/04/2018

Dolor sit amet



A quale tipologia di intervento edilizio è riconducibile la trasformazione dei locali ad uso “saletta condominiale” in unità immobiliari autonome?

Creato il: 20/06/2017
Aggiornato il: 22/12/2017

Come stabilito dal DPR 380/01, art.3, comma 1, lettera "d", si tratta di un intervento di ristrutturazione edilizia in quanto la trasformazione descritta determina la realizzazione di un organismo edilizio completamente diverso dal precedente.

 

 


 



A quale tipologia di intervento edilizio è riconducibile l'accorpamento di una cantina ad un'unità immobiliare esistente, senza cambio di destinazione d'uso?

Creato il: 20/06/2017
Aggiornato il: 20/07/2017

Come stabilito dal DPR 380/0, art.3, comma 1, lettera "b", si tratta di un intervento di manutenzione straordinaria, soggetto quindi a deposito di CILA/SCIA onerosa.

Attenzione: VALIDA FINO AL 28/12/2017

 

 


 



A quale tipologia di intervento edilizio è riconducibile il recupero di sottotetti per fini abitativi?

Creato il: 20/06/2017
Aggiornato il: 17/07/2017

Ai sensi dell’art. 3 della L.R. 11/1998, l’intervento si configura come ristrutturazione edilizia, anche se non comporta creazione di nuove unità immobiliari.

Il recupero di sottotetti è attuabile con SCIA ed è soggetto al versamento degli importi relativi al Contributo di costruzione e alla Monetizzazione delle dotazioni territoriali.

 

 


 



Il cambio d'uso da negozio (4d) a pubblico esercizio (5c) richiede la monetizzazione delle dotazioni?

Creato il: 16/06/2017
Aggiornato il: 17/07/2017

Sì, come previsto dall'art. 115 del RUE, il cambio d'uso da 4d a 5c richiede la monetizzazione delle dotazioni tenendo conto di quelle reperite o monetizzate precedentemente (L.R, 15/2013, art. 28, comma 5).
Non è invece dovuto contributo di costruzione.